Popolazione

Bookmark and Share

La Corea del Nord ha circa 23 milioni di abitanti, con una densità media di 195 unità per km², più alta nelle pianure della zona occidentale; il 62% della popolazione vive in centri urbani.
La popolazione dello Paese è una delle più omogenee del mondo sotto il profilo linguistico ed etnico, con solo piccole minoranze di persone provenienti dalla Cina (circa 50.000 persone) e dal Giappone (circa 1.800), che accompagnarono i 93.000 coreani al loro rientro al Nord dal Giappone, tra il’59 ed il ‘62. Gli altri residenti non coreani, per la maggior parte risiedono nel Paese solo temporaneamente (tra questi troviamo russi, cinesi e vietnamiti).
I coreani, di origine mongola, appartengono al gruppo tunguso, migrato in Corea del Nord dalle regioni dell’Asia nord-occidentale e caratterizzato da statura leggermente più alta e pelle più chiara della media dell’etnia mongola.
Lingua nazionale è il coreano, appartenente al gruppo uralo-altaico Grammaticalmente è correlato al giapponese, ma ha preso molti vocaboli dal cinese, riflesso della lunga dominazione culturale cinese. La scrittura segue invece un sistema fonetico conosciuto con il nome di Choson muntcha (chiamato Han’gul nella Corea del Sud). Nonostante esistano anche dei dialetti, la lingua parlata nella penisola è di comprensione universale.
I Nord coreani si riferiscono alla loro lingua, come alla “Lingua Acculturata” (munhwa), che us ail dialetto regionale di P'yongyang come suo standard. Diffamano invece la lingua della Corea del Sud, che chiamano “Lingua Standard”, in quanto civettuola e decadente, corrotta dal vocabolario inglese e giapponese e piena di suoni nasali.